Il linguaggio del corpo del cane.

Il cane riesce a esprimersi anche senza emettere alcun suono

In realtà, i nostri amici “parlano” molto di più con il corpo che con la voce.
Per mezzo delle cosiddette “posture”, cioè delle diverse posizioni che sono in grado di assumere a seconda dei casi, i cani comunicano desideri, intenzioni, sensazioni e richieste con molta chiarezza, se siamo capaci di interpretarne i diversi significati. Inoltre, rispetto all’abbaio e agli altri suoni emessi dai cani, le posture sono frutto di un complesso sistema di coordinazione delle diverse parti del corpo, spesso praticamente tutte, che lavorano insieme per costruire il messaggio che il cane vuole trasmettere.

Un esempio molto evidente? Quando il nostro amico flette il corpo alzando il posteriore e abbassando l’anteriore fin quasi a terra, con la coda che si muove e lo sguardo accesso puntato ai nostri occhi cosa sta dicendo? Esatto: “Giochiamo!”. Un invito chiarissimo e irresistibile.

Dalla coda alle zampe, passando per lo sguardo e le espressioni

Un altro comportamento canino che tutti conosciamo molto bene è legato alla coda: i cani, si sa, “scodinzolano” spesso, cioè muovono la coda con frequenza, quando vogliono comunicare qualcosa. Ma la coda “parla” in diversi modi e serve soprattutto per esprimere lo stato d’animo del cane, che non è sempre allegro e sereno, proprio come capita anche a noi. Per esempio, se la coda si muove orizzontalmente, quasi a scatti e non molto velocemente, segnala uno stato di tensione e non di allegria. Uno strumento di comunicazione canina meno noto sono le zampe. Il cane, infatti, le usa anche per dire qualcosa, in genere sono richieste ma non soltanto, a volte sono messaggi di grande importanza a livello di convivenza.

Per esempio quando il cane alza una zampa e cerca di “accarezzarci” esprime in genere un desiderio di riconciliazione. Poi, alzi la mano chi non si è mai accorto di quanto possa essere espressivo lo sguardo di un cane: impossibile non capire cosa vuole dirci con gli occhi. È tutto? No, perché ci sono ancora altri metodi che i cani utilizzano per comunicare, ma per noi sono impossibili da decifrare essendo basati sugli odori… che noi non percepiamo ma che gli altri cani, invece, interpretano perfettamente. Allora, può darsi che gli manch la “parola” soltanto se pensiamo che l’unico linguaggio esistente sia il nostro… e sappiamo che non è così!

Tags
Leggi

Articoli correlati

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close